PORTICI | LA STORIA DI PORTICI | TURISMO A PORTICI | RISTORANTI | MAPPA | Contattaci | Links

La Storia di Portici

Navigare Facile

Le Origini di Portici

Un'antica leggenda narra che Portici venne fondata in epoca romana intorno alla villa di un certo Quinto Ponzio Aquila, un nobile congiurato contro Cesare, che cadde poi durante una battaglia a Modena nel 43 a.C., a conferma di ciò sarebbe stato ritrovato un reperto raffigurante un'aquila, ossia l'attuale emblema del comune, che presenta sotto gli artigli le iniziali Q.P.A.

Dove

Intorno al 1415 Portici era costituito da un piccolo casale che venne dapprima venduto a Sergianni Caracciolo, un nobiluomo napoletano, per poi passare negli anni a seguire tra le mani di numerose famiglie nobili.

Nel 1631, una violenta eruzione del Vasuvio colpì la cittadina che perse ben 4000 uomini e circa 6000 animali, questa fu una delle pagine più tristi per la città di Portici, che poco alla  volta si riprese dalla sciagura che l'aveva colpita.

Portici poté liberarsi dalla stretta feudale solo sul finire del 1600 quando, insieme a Torre del Greco e Resina, venne resa automa. Iniziò quindi un periodo di splendore per la città che divenne ben presto la residenza estiva di Carlo III di Borbone, ed intorno al maestoso edificio reale l'aristocrazia napoletana fece costruite splendide residenza, tuttora famose come il nome "Ville Vesuviane del Miglio d'Oro".

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio